Seguici con il Feed Rss

Post in evidenza

Tecniche Di Memoria

TECNICHE DI MEMORIA E METODO DI STUDIO Questa guida è il risultato di un corso sulle tecniche di memoria seguito ai tempi dell’università...

giovedì 30 maggio 2013

Lettura veloce: elimina le cattive abitudini!


Anche il lettore più incallito, colui cioè che legge molto e sugli argomenti più vari, non è detto che sia un lettore professionista. Non basta leggere tanto e da più tempo per potersi definire un lettore competente. Vi sono degli errori molto comuni che possono essere commessi da chiunque, in assoluta buona fede: dagli errori più banali - per esempio riguardo alla postura - ad errori specifici più complessi che concorrono a rallentare la velocità nella lettura e nella compresione.  Evitando queste cattive abitudini - che tecnicamente chiamiamo ABITUDINI DISFUNZIONALI - sarà possibile ridurre della metà, di tre volte o anche più, i tempi di lettura.

I vantaggi nello studio sarebbero notevoli:

- Impiego di minor tempo;
- Maggiore motivazione e senso di autoefficacia;
- Più tempo a disposizione da gestire come meglio si crede (svago, ripasso di altri argomenti etc. etc.)

Ecco di seguito le abitudini disfunzionali che ostacolano una lettura veloce e professionale:

La regressione.

La regressione consiste nel tornare ogni volta su quello che si è letto, per rileggere qualche parola o riga. In genere questo accade quando si ritiene che si è tralasciata qualche informazione importante che occorre recuperare o consolidare.

La lettura rapida proibisce che si faccia ciò: il livello di concentrazione (che si sviluppa con opportune tecniche e con l'esercizio) deve essere tale che nessuna informazione importante vada persa al momento della prima lettura. L'acquisizione di una lettura rapida inoltre, una volta che essa si sarà sistematizzata, non lascerà tempo per "tornare indietro" a recuperare informazioni. Sarà sufficiente, per una comprensione completa, la prima lettura.

- Movimento delle labbra.

L'abitudine della lettura ad alta voce viene consolidata - giustamente - dalle scuole elementari, dove è importante curare una corretta sillabazione e fluidità nello scandire le parole. Inoltre, dare la giusta "espressione" a ciò che si legge è segno di competenza e padronanza linguistica.

Leggere ad alta voce, tuttavia, non si può dire che sia un'abilità funzionale per un lettore adulto! La letturafinalizzata allo studio, infatti, verrebbe notevolmente rallentata e la comprensione di gran lunga compromessa.
Mediamente si possono pronunciare circa 200 parole al minuto, ciò vuol dire che se assumiamo la cattiva abitudine di leggere ad alta voce non potremmo mai andare oltre questa soglia.
E' importante anche eliminare il semplice MOVIMENTO DELLE LABBRA, perché simula la pronuncia delle parole provocando un rallentamento simile.

- Lettura "parola per parola".

Altra abitudine disfunzionale è quella di leggere un testo parola per parola, anche in questo caso proprio come ci hanno insegnato nella scuola elementare. Infatti, il modo più diffuso per imparare a leggere è quello di arrivare allacostruzione generale della frase sommando le parole che la compongono.

In realtà, una lettura veloce e proficua consiste nel leggere gruppi di parole, parti intere di frasi spostando gli occhi (movimento oculare) 2 o 3 volte per ogni frase. In questo modo il lettore, con un unico colpo d'occhio, riesce a leggere guppi di 5-8 parole, impiegando fino ad un terzo del tempo per la lettura di ogni pagina!

Ripetizione mentale.

Consiste nel ripetere a mente le parole che si leggono. E' un'abitudine disfunzionale molto simile alla ripetizione ad alta voce, ma è più difficile da eliminare perché non sempre ci si rende conto che si sta commettendo l'errore. Ildettato interiore che il lettore si fa, in questi casi, impedisce che si possa leggere più velocemente e dirotta la mente su ciò che viene pronunciato e non sul suo significato.


ESERCIZI DI LETTURA VELOCE

Rispetto alla cattiva abitudine di leggere a mente o ad alta voce non esistono tecniche che insegnano come smettere: sta al lettore, infatti, accorgersi dell'errore ed evitarlo.

Rispetto invece alla "lettura parola per parola" e alla cattiva abitudine di "tornare indietro" esistono due software molto interessanti che aiutano, con un minimo di esercizio, ad evitare simili errori e a velocizzare di molto la lettura:

Spreeder. E' un'applicazione completamente gratuita di lettura veloce. Basta copiare ed incollare il testo che si vuole leggere nella schermata del programma, impostare le parole al minuto che si vogliono far scorrere e il numero di parole che si desidera leggere nella schermata. Successivamente, premendo play, il programma presenterà il testo secondo le suddette impostazioni.

Utilizzando con costanza questo programma si otterranno in poco tempo risultati strabilianti nella lettura veloce.

Simian Speed Reader. E' un'ottima applicazione per iPhone: le caratteristiche del programma sono simili a quelle del precedente. Scaricando l'applicazione ci si può esercitare nella lettura veloce mentre si è in treno, in metropolitana... ovunque ci siano "tempi morti".

La lettura veloce è un argomento molto complesso e questo articolo ha la sola intenzione di accennarne qualche aspetto. Se si vuole approfondire l'argomento ci sono molti testi in commercio.

Sconsiglio di spendere cifre altissime per seguire corsi tenuti dal vivo: l'acquisto e lo studio di un buon manuale forniscono un utile strumento per chi avesse veramente voglia di imparare.

Tra i vari testi in commercio ne segnalo uno molto utile ed economico:

A. Pozzi, Corso di lettura rapida, Franco Angeli, 2003, Milano
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...