Seguici con il Feed Rss

Post in evidenza

Tecniche Di Memoria

TECNICHE DI MEMORIA E METODO DI STUDIO Questa guida è il risultato di un corso sulle tecniche di memoria seguito ai tempi dell’università...

martedì 18 giugno 2013

Tecniche di Memoria - Lez. 6 - Come avviene la conversione fonetica


Nella lezione precedente (lez. 5 - Tecniche di memoria) abbiamo visto in base a quali criteri avviene la conversione fonetica: ora sappiamo che in corrispondenza dei numeri ci sono CONSONANTI (non vocali!) ben precise

Vediamo ora nello specifico secondo quali regole avviene la conversione fonetica.
Innanzitutto è fondamentale prestare attenzione al suono delle parole, perciò, soprattutto all'inizio, è importante pronunciare ad alta voce le consonanti.

Immaginiamo di avere il numero 11 da "convertire" con i criteri della conversione fonetica.
Sappiamo bene che le consonanti che corrispondono al numero 1 sono e d.

Quindi:

1 = t, d
1 = t, d 

Dobbiamo ora pensare una parola
 che sia composta da due sole consonanti; esse possono essere due "t"due "d" oppure t e d alternate.
Il numero 11, quindi, può essere convertito in "DaDo", in "DiTa"... o anche in "DiTTa", TeTTo...

Nel caso di consonanti doppie il conteggio avviene come se vi fosse una sola consonante; quindi la parola TeTTo non si traduce in "111", ma sempre nel numero 11

In questo caso, il numero 111 avrebbe 3 consonanti, per esempio potrebbe essere convertita in "DeTTaTo" (1 = D, 1 = TT, 1 = T). 

Quando si effettuano le conversioni fonetiche e si hanno più possibilità per una stessa serie di numeri (vedi l'esempio del numero 11 con DaDo, DiTa, DiTTa etc...) è sempre da preferirsi la parola che indica elementi concreti perché sono ben immaginabili e facili da "visualizzare" (ricorda l'importanza delle immagini nelle tecniche di memoria!). Tra DaDo e DiTTa, ad esempio, è molto più facile immaginare la parola "dado" che "ditta", perché è molto più immediata la memorizzazione dell'oggetto (la parola "ditta" potrebbe portare a divagare con l'immaginazione senza focalizzarsi su un'immagine definita e "nitida").

Nella conversione bisogna fare molta attenzione a non fare confusione tra consonanti simili che corrispondono, però,  a numeri ben distinti.

Esempio:

Il numero 65 può essere GiaLLo o CieLo (con G e C dolci!)

Il numero 75, invece, può convertirsi in GaLLO o in CaLLO (G e C dure!) o in ... C . . O (questa preferisco non scriverla, prova ad indovinarla! :) )

Ancora:

907 p - s - c (dura) = PESCA

90 p - sc (di sciarpa) = PESCE

= g / gl = aGLIo

75 = g/c + l/gl = iGLoo

Conversione dalla lingua inglese

In inglese, come è noto, vi sono delle parole che si scrivono in un modo e si leggono in un altro. Nel caso della conversione fonetica, in questo caso, si convertono in numeri soltanto le consonanti che si pronunciano.

Nella parola KNIFE, ad esempio, la conversione è soltanto "28" che corrisponde a "N" e "F" perché in inglese la consonante "K" non si pronuncia; LISTEN è 502 cioè "L", "S" e "N" perché la T non si legge.

TAXI corrisponde a 170, "T", "C","S" perché la X si legge "CS".

Child corrisponde a 651, infatti in questo caso "ch" si legge come "c" dolce

Christal corrisponde a 74015; qui, a differenza del caso precedente, "ch" si legge come "c" dura

ESERCIZI

Bene! Ora sei pronto per esercitarti. Ricorda, se sei motivato ad imparare mettiti subito alla prova e svolgi anche esercizi in più a quelli che ti vengono proposti qui (della stessa tipologia), altrimenti interrompi le lezioni e riprendile in un altro momento. 

Prendiamo uno stralcio di un testo di P. Coelho pubblicato in questo blog nella sezione "Motivazione", il "Manuale dello scalatore di montagne".

1 - Leggendo, disponi sulle parole i numeri in base alle regole della conversione fonetica che hai appreso finora.


Scegli la montagna che desideri scalare: non lasciarti trascinare dai 

commenti degli altri, che dicono “quella è più bella”, o “questa è 

più facile”. Spenderai molta energia e molto entusiasmo per 

raggiungere il tuo obiettivo, quindi l’unico responsabile sei tu, e 

devi essere sicuro di ciò che fai.


2 - In questo esercizio ti vengono proposti dei numeri da tre cifre; per ciascuno prova a trovare 3 possibili "conversioni" differenti.


ESEMPIO - 941 = p, r, t = PoRTa, PoRTo, BRoDo

N.B. Per i primi 5 numeri puoi anche appuntarti le lettere corrispondenti al numero; successivamente dovresti essere in grado di "convertire" a mente, senza alcun ausilio.

801    ________________       _________________      _________________

794    ________________       _________________      _________________

405    ________________       _________________      _________________

504    ________________       _________________      _________________

413    ________________       _________________      _________________

742    ________________       _________________      _________________

981    ________________       _________________      _________________

333    ________________       _________________      _________________

451    ________________       _________________      _________________

558    ________________       _________________      _________________

777    ________________       _________________      _________________

192    ________________       _________________      _________________

283    ________________       _________________      _________________

374    ________________       _________________      _________________


3 - Ed ora, in ultimo, un esercizio/gioco: scopri quali proverbi si nascondono dietro le serie numeriche. 

121- 8 - 5 - 71 - 5 - 541 - 7 - 6 - 50 - 5 - 0392 

7 - 149 - 85 - 25 - 01426 

547 - 5 - 85 - 0141 - 5 - 8 - 11 - 5 - 8014 - 7 - 17 - 5 - 3

Buon divertimento e... alla prossima lezione, in cui introdurremo lo schedario mentale. Si entra nel vivo!
Copyrights 2013 - Guamodì Scuola

E' vietata la riproduzione, anche parziale, delle informazioni qui contenute.
 Le violazioni saranno perseguite a norma di legge.
 E' consentita la sola segnalazione tramite link.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...