Seguici con il Feed Rss

Post in evidenza

Tecniche Di Memoria

TECNICHE DI MEMORIA E METODO DI STUDIO Questa guida è il risultato di un corso sulle tecniche di memoria seguito ai tempi dell’università...

lunedì 5 ottobre 2015

Come mantenere viva l'attenzione degli studenti durante la spiegazione (apprendimento cooperativo)

La tecnica proposta in questo post ha l'obiettivo di mantenere viva l'attenzione degli studenti durante la spiegazione dell'insegnante.

In questo caso, quindi, è prevista la classica lezione frontale affiancata ad attività cooperative degli studenti a gruppi di due.

Una breve parentesi, prima di continuare la descrizione di questa interessante attività: nella didattica costruttivista si fa a volte l'errore di demonizzare la lezione frontale, sempre e comunque. O meglio, è questo il messaggio che a volte passa agli insegnanti a cui si dice di evitare la lezione frontale: dopo aver ascoltato da più pulpiti che la "lezione frontale" non è efficace, gli insegnanti sono spesso portati a pensare che IN OGNI CASO la lezione frontale sia da bandire. Nulla di più sbagliato.

L'attività che proponiamo in questo post, infatti, dimostra che esiste la possibilità di integrare in modo efficace e proficuo la lezione frontale con modalità di apprendimento cooperativo.

Vediamo quindi come fare.

- Gli alunni vengono suddivisi in gruppi di due (spesso è una suddivisione già data dalle coppie sedute allo stesso banco);

- L'insegnante suddivide l'argomento che intende "spiegare" in 4 o 5 parti. Ad esempio, un argomento di storia può essere segmentato in 4 o 5 parti, ciascuna interrotta in un momento particolarmente importante;

- L'insegnante chiede a ciascun alunno di prendere appunti durante la spiegazione, come si fa in genere: l'insegnante mostra l'argomento e lo studente, tramite appunti discorsivi, schemi, piccoli grafici, disegni, riporta quello che ascolta;

- Al termine di ogni "parte della lezione" ogni coppia deve confrontare i suoi appunti in un tempo di circa 5-10 minuti. L'insegnante spiega - e questa parte è molto importante - che gli appunti vanno reciprocamente INTEGRATI. In altre parole deve avvenire una riformulazione degli appunti, dopo ogni confronto, e non una giustapposizione degli stessi!

- Quanto descritto nel punto precedente va fatto in occasione di ogni "parte" di lezione.

Al termine della lezione si chiede alle coppie di produrre un elaborato comune (meglio sarebbe se al PC nel caso si disponga di computer all'interno della classe o di un'aula informatica utilizzabile).
Questa attività è importantissima e va svolta nel seguente modo:
a turno, uno studente legge gli appunti e l'altro li trascrive. Si alterneranno distribuendosi equamente le varie "parti di lezione" suddivise dall'insegnante, cambiando ad esempio ogni due punti.

L'insegnante, al termine dell'attività, può chiedere a ciascun alunno di relazionare su una parte di lezione. La valutazione sarà sia individuale che della coppia.

Quanto dovrebbe durare questa attività?
Da 1 a 2 ore, a seconda dei contenuti. Non credo sia utile superare, in ogni caso, le due ore.

Buon Lavoro!


Copyrights 2015 - Guamodì Scuola
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...