Seguici con il Feed Rss

Post in evidenza

Tecniche Di Memoria

TECNICHE DI MEMORIA E METODO DI STUDIO Questa guida è il risultato di un corso sulle tecniche di memoria seguito ai tempi dell’università...

mercoledì 10 febbraio 2016

Creare un personaggio: cartoni animati e fumetti - Include materiali da scaricare e video tutorial

Di Alessandro Battan, creatore e amministratore di uffolo.com

Creare un personaggio dei cartoni animati non è una cosa semplice. Ci vuole tecnica, studio, ingegno, fantasia e creatività. Tutti elementi che rendono speciale un disegno ben riuscito. Eppure per disegnare un fumetto o un personaggio dei cartoni animati non è necessario essere sempre dei veri professionisti, ma è possibile crearne uno seguendo delle istruzioni base che chiariscono come fare per poterlo realizzare. La passione per il disegno dev’essere alla base di questo tipo di lavoro, le tecniche invece si affineranno strada facendo grazie alla pratica, lo studio e la determinazione.
Per prima cosa è importante scegliere il soggetto da disegnare. In questo caso specifico è stato scelto Paperino, tipico personaggio della Disney che tutti sicuramente ricorderanno per il suo carattere irascibile e per la sua simpatia. In seguito bisogna avere in dotazione tutto l’occorrente necessario per poter lavorare serenamente quindi è indispensabile avere: una matita, un foglio di carta o cartoncino bianco, una gomma pane, pennarelli, inchiostro nero, pennellini da rifinitura.
Poi si inizia a disegnare la sagoma del papero per delineare almeno la bozza. Dobbiamo avere bene in mente le caratteristiche fisiche di Paperino, solo così potremmo disegnarlo alla perfezione. Si parte dalla testa, che ricopre circa 1/3 del corpo e che viene raffigurata come un cerchio, poi si delinea il collo, il corpo per intero che assume la forma di una pera, i piedi palmati, la coda, le braccia e il becco. Dopo aver abbozzato i lineamenti, si può procedere a disegnare il cappellino e la blusa.
Se i tratti sono spessi si possono alleggerire con la gomma pane. E’ importante ricordare che il personaggio deve avere una sua tridimensionalità, dare volume infatti è essenziale. L’utilizzo di una matita morbida, ad esempio, rende il disegno più facile da eseguire per il suo tratto delicato. Successivamente, con un pennarello nero o con un pennellino, si iniziano a marcare i contorni e si parte dal punto più sottile per giungere a quelli più spessi.

Da ciò si evince che i lineamenti che sono in primo piano avranno più profondità e saranno più evidenti quindi il colore nero risulterà più netto e visibile, mentre quelli che sono in secondo piano avranno dei tratti meno marcati e saranno più chiari. Nel caso in cui ci fossero degli errori, essi si possono correggere con della tempera bianca o con un bianchetto.
Dopo aver compiuto questi passaggi fondamentali, è necessario curare maggiormente i dettagli e se si vuole si può colorare il disegno. Così facendo il vostro Paperino sarà completato con poche e semplici mosse.Prestate attenzione nel fare asciugare bene il pennarello per far sì che il colore appena utilizzato non rovini il disegno.
Seguite questo video diviso in 5 parti (dell’illustratore professionista Alessandro Battan), spiega e mostra passo a passo come si costruisce un personaggio a fumetti, iniziamo da paperino.

L’impatto dei fumetti per bambini nella società moderna
Al giorno d’oggi, i fumetti non hanno più lo stesso impatto che avevano un tempo. Bisogna anche dire che abbiamo assistito all’interno della società moderna ad un’evoluzione nei costumi e nelle abitudini e quindi il fumetto, che all’epoca era legato al giornalino che si acquistava in edicola, ha perso gran parte della sua importanza anche se ha mantenuto intatto il suo fascino. Il fumetto infatti mantiene ancora quella sua funzione educativa che è molto importante per i bambini, che tramite la vignetta o il personaggio che seguono, possono recepire nella maniera corretta un messaggio istruttivo.
Il fumetto utilizza un linguaggio universale che è comprensibile da tutti, non ha età e riveste un ruolo fondamentale per l’educazione dei bambini. Tramite il disegno si può apprendere un insegnamento in maniera assolutamente allegra e divertente e l’approccio con le regole da rispettare ad esempio non è più così traumatico. Oggi esso è stato sostituito dai film d’animazione visti non solo al cinema, ma anche su PC e tablet, e questo ha fatto perdere un po’ quella poesia che il giornalino a fumetti riusciva a regalare.
Si è persa anche un po’ quella spontaneità ed ingenuità legata al mondo dell’infanzia ed ogni informazione è fruibile velocemente senza quella magica attesa che consisteva nell’aspettare l’uscita del numero in edicola ogni settimana.

Creare un personaggio originale nel mondo della fantasia e del libro illustrato per bambini
Creare un personaggio originale e farlo piacere al pubblico attento e curioso dei bambini richiede un grandissimo lavoro d’ingegno. La creatività e lo spirito d’osservazione sono le regole basilari da seguire, (a parte la bravura nel disegno) per garantire un risultato sorprendente. Per idearne uno infatti ci vuole fantasia e originalità perché il nuovo soggetto deve catturare l’attenzione e deve rimanere impresso.
E’ importante a questo proposito osservare bene la realtà che ci circonda e prendere spunto per qualche soggetto che sia veramente originale. Si possono trarre dei particolari interessanti anche dalle vostre letture, dall’osservazione di parenti e amici, da figure che colpiscono il vostro sguardo. Tutto contribuisce a rendere il personaggio unico. Quando poi si è scelto chi raffigurare, bisogna iniziare a delineare con precisione ogni caratteristica, non solo fisica ma anche caratteriale, per far sì che l’espressione che compare in volto faccia trasparire la personalità.
Dopo di che si crea sempre la bozza e si iniziano a delineare i contorni della sagoma. Man mano, grazie all’aiuto di strumenti di precisione come la matita o il pennarello, il soggetto scelto inizia a prendere vita e ad apparire quasi reale. Scegliete bene le sue caratteristiche di modo che il personaggio non appaia mai banale, ma anzi sia accattivante e sorprendente. Solo così i bambini rimarranno entusiasti e piacevolmente colpiti.

Il difficile lavoro del cartoonist: come si svolge
Il lavoro del cartoonist non è affatto semplice. Il requisito fondamentale per diventarlo è amare il mondo del disegno e nello specifico quello del fumetto e dei cartoni animati. Questo mestiere si può imparare con pazienza e buona volontà. Frequentare un corso può essere una soluzione ideale per apprendere quelle tecniche di base che vi faranno diventare un cartoonist professionista. Egli, secondo la definizione classica, è un disegnatore specializzato nel disegnare cartoni animati e fumetti ed è spesso definito un artista.
Il suo lavoro è alquanto meticoloso, con una cura dei dettagli molto attenta e precisa per rendere il soggetto scelto simile al reale. Il cartoonist per portare a termine il suo lavoro deve seguire diverse fasi. Per prima cosa egli deve creare un personaggio quindi comincia col fare uno schizzo con la matita su un foglio bianco, poi quando la bozza è terminata procede a passare l’inchiostro nero con un pennello o delle penne adatte. Man mano il disegno prende forma e si va perfezionando sempre di più.
I cartoni animati vengono realizzati solitamente presso un azienda o società di produzioni, che attraverso il lavoro di squadra crea cortometraggi o film destinati alla televisione e il cinema. Mentre la produzione di una storia a fumetti viene creata principalmente attraverso la collaborazione di uno sceneggiatore che si occupa della prima stesura del soggetto e della sceneggiatura, dopodiché il disegnatore, disegna su ciascuna pagina i fumetti a matita e li inchiostra con la china nera. Nella terza fase entra in gioco il colorista cioè colui che completa tutti i disegni rifiniti con il colore.
Ed infine una quarta persona si occupa di inserire i testi dei dialoghi nei “baloon” (termine inglese) o nuvolette. Una volta che la storia a fumetti è impaginata e pronta per la pubblicazione gia precedentemente approvata dall’editore, si passa alla stampa. Naturalmente anche i fumetti hanno uno svariato utilizzo che si adatta per ogni tipo di richiesta e necessità, come ad esempio campagne pubblicitarie, educazione e molto altro.
Per chi ha una passione smisurata per il disegno e ama vivere in un mondo dove la fantasia e la creatività la fanno da padrone questo mestiere è bellissimo e davvero interessante. Bisogna ricordare che quello del cartoonist è un lavoro di costanza senza dimenticare che anche il talento è indispensabile, quindi se lo si sceglie dev’essere svolto con criterio e assoluta serietà. Anche perché il fumetto veicola un messaggio ben preciso, tramite il personaggio o la vignetta disegnata, quindi è importante sapere che esso deve arrivare al pubblico in maniera chiara e diretta.

Disegni da stampare e colorare per bambini

Scarica e stampa il PDF gratuito, contiene 30 disegni in bianco e nero scelti dal web di personaggi disney dei fumetti e cartoni animati per bambini. “Copyright Walt Disney”

Link in ordine numerico per il video su come disegnare un personaggio (in questo caso parlo di Paperino)

Video tutorial da 1 a 5

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...