Seguici con il Feed Rss

Post in evidenza

Tecniche Di Memoria

TECNICHE DI MEMORIA E METODO DI STUDIO Questa guida è il risultato di un corso sulle tecniche di memoria seguito ai tempi dell’università...

domenica 18 dicembre 2016

Periodo di formazione e di prova: indicazioni operative. A.S. 2016/2017

Riportiamo di seguito, scremato da elementi inutili o poco funzionali, le indicazioni pubblicate dall'USR del Lazio in merito a tempi e modalità di svolgimento del periodo di formazione e di prova. Tale periodo si rivolge al personale docente specificato nel paragrafo "Destinatari e servizi utili per il periodo di formazione e di prova" (vedi più giù).
In fondo al post viene riportato il link da cui è possibile scaricare le Indicazioni in originale.

Si ribadisce che, anche per questo anno scolastico, sarà adottato il modello per la
realizzazione del periodo di formazione e di prova già messo in opera nell’anno scolastico 2015/2016.
Il percorso si concretizza in almeno 50 ore di formazione complessiva, considerando le seguenti attività:

- Attività formative in presenza;
- L’osservazione in classe e la rielaborazione professionale, mediante gli strumenti del “bilancio di competenze”, del “portfolio professionale”, del patto per lo sviluppo formativo.

Destinatari e servizi utili per il periodo di formazione e di prova.
a) i docenti che si trovano al primo anno di servizio con incarico a tempo indeterminato, a
qualunque titolo conferito, e che aspirino alla conferma nel ruolo;

b) i docenti per i quali sia stata richiesta la proroga del periodo di formazione e prova o che
non abbiano potuto completarlo negli anni precedenti. In ogni caso la ripetizione del
periodo comporta la partecipazione alle connesse attività di formazione, che sono da
considerarsi parte integrante del servizio in anno di prova;

c) i docenti per i quali sia stato disposto il passaggio di ruolo.

Il superamento del periodo di formazione e prova è subordinato allo svolgimento del
servizio effettivamente prestato per almeno centottanta giorni nel corso dell'anno scolastico, di cui almeno centoventi per le attività didattiche. Fermo restando l'obbligo delle 50 ore di formazione previste, i centottanta giorni di servizio e i centoventi giorni di attività didattica sono proporzionalmente ridotti per i docenti neoassunti in servizio con prestazione o orario inferiore su cattedra o posto.

L'attività di formazione è svolta con riferimento alla tipologia di posto o alla classe di
concorso di immissione in ruolo.

Adempimenti delle istituzioni scolastiche
Il Dirigente Scolastico avrà cura di informare i docenti neoassunti tenuti all'effettuazione del periodo di prova e formazione (artt. 2 e 3 del decreto) circa le caratteristiche salienti del percorso formativo, gli obblighi di servizio e professionali connessi al periodo di prova, le modalità di svolgimento e di valutazione, con particolare riguardo alle nuove funzioni attribuite ai tutor.


Il docente tutor
Tale docente assumerà un ruolo significativo non solo nella fase finale del periodo di prova, quando dovrà rilasciare parere motivato al dirigente scolastico circa le caratteristiche dell'azione professionale del docente a lui "affidato", ma soprattutto nel corso dell'intero anno scolastico, quando dovrà esplicare una importante funzione di accoglienza, accompagnamento, tutoraggio e supervisione professionale.

La sua individuazione spetta al Dirigente Scolastico attraverso un opportuno coinvolgimento del Collegio dei docenti. Tendenzialmente ogni docente neoassunto avrà un tutor di riferimento, preferibilmente della stessa classe di concorso o relativa abilitazione, o classe affine o area disciplinare, ed operante di norma nello stesso plesso. In ogni modo il rapporto non potrà superare la quota di tre docenti affidati al medesimo tutor.

Caratteristiche dell'intervento formativo
Si sintetizzano di seguito le azioni previste per la formazione dei docenti neoassunti:

· le attività di formazione comportano un impegno complessivo di almeno 50 ore,
compensabili in caso di assenza del docente alle attività in presenza, con altre attività,
sempre in presenza, previste dal piano formativo;

· le ore della fase del peer-to-peer e le ore online vanno interamente svolte e non possono, anche se eccedenti, sostituire o compensare le ore destinate agli incontri in presenza;

· un incontro propedeutico su base territoriale, della durata di 3 ore, sarà dedicato
all'accoglienza dei neoassunti e alla presentazione del percorso formativo;

· la concreta formazione prenderà avvio da un primo bilancio delle competenze
professionali che ogni docente curerà con l'ausilio del suo tutor (art. 5 del decreto); a tal
fine sarà fornito un modello digitale all'interno della piattaforma online predisposta da
INDIRE, per agevolare la elaborazione di questo primo profilo;

· il bilancio di competenze iniziale sarà tradotto in un patto formativo che coinvolge docente neoassunto, tutor e dirigente scolastico;

· sulla base dei bisogni rilevati verranno organizzati, a partire indicativamente da gennaio
2017, specifici laboratori di formazione (art. 8 del decreto), la cui frequenza è obbligatoria
per complessive 12 ore di attività, con la possibilità, per i docenti, di optare tra le diverse
proposte formative offerte a livello territoriale; i laboratori formativi verranno "tarati" sui
bisogni formativi segnalati dai docenti neoassunti in sede di predisposizione del bilancio di competenze e saranno rivolti a piccoli gruppi di docenti (orientativamente non più di 30)consentendo la scelta tra diverse opportunità. Sarà obbligatoria la frequenza di almeno un modulo dedicato ai temi dei bisogni educativi speciali e della disabilità;

· a partire dal terzo mese di servizio avranno inizio momenti di reciproca osservazione in
classe, per un totale di 12 ore, concordati tra docente tutor e docente neoassunto (peer-to - peer), per favorire il consolidamento e il miglioramento delle capacità didattiche e di
gestione della classe (art. 9 del decreto); a tal fine saranno successivamente fomite dal
MIUR opportune linee guida;

· la formazione online (art. l0 del decreto), della durata di 14 ore, sarà curata da INDIRE,
con la messa a disposizione di una piattaforma dedicata, in cui ogni docente potrà
documentare, sotto forma di portfolio (art. 11 del decreto), le proprie esperienze formative, didattiche e di peer review. La piattaforma consentirà inoltre di fruire delle risorse
didattiche digitali messe a disposizione da INDIRE;

· le attività formative saranno concluse da un incontro finale (art. 7 del decreto), della durata di 3 ore, sempre su base territoriale, per la valutazione dell'attività realizzata.

Le attività formative, per questo anno scolastico, saranno gestite dalle Istituzioni
scolastiche Polo e, per facilitare lo svolgimento delle attività, sarà possibile avvalersi della collaborazione degli Istituti che già nello scorso anno scolastico avevano comunicato a questo Ufficio disponibilità ad assumere funzione di sedi e snodi formativi, salvo diversa comunicazione trasmessa all’Istituzione Polo dal Dirigente della scuola snodo formativo.

In considerazione della struttura del modello organizzativo, si specifica che non saranno
prese in considerazione ed autorizzate richieste di nulla osta che a qualsiasi titolo potranno pervenire a questo Ufficio, per il trasferimento da e per la Regione Lazio e all’interno della stessa Regione da un Ambito all’altro, eccezion fatta per i docenti in servizio presso altre Regioni per i quali è data la possibilità di svolgimento dell’anno di prova e formazione nella sede di servizio, già automaticamente autorizzati.
 Pertanto, i docenti che nel corrente anno scolastico risultino in servizio nelle Istituzioni scolastiche della Regione Lazio e stiano svolgendo l’anno di formazione secondo i dettami della vigente normativa, verranno iscritti in formazione dai rispetti Dirigenti scolastici ed assegnati da questo Ufficio alla Scuola Polo territorialmente competente.

Procedura online di iscrizione docenti destinatari della formazione
Le Istituzioni scolastiche statali del Lazio avranno cura di iscrivere i docenti destinatari della predetta formazione, esclusivamente tramite procedura online, accedendo al modulo presente sul sito di questo Ufficio Scolastico Regionale, nella sezione Istruzione e Formazione / Formazione / Docenti, denominato ISCRIZIONE DOCENTI NEOASSUNTI 2016/2017 o direttamente all’indirizzo web http://usr-lazio.artov.rm.cnr.it/formazione/.

Il modulo sarà attivo a partire dal 16 dicembre 2016 fino al 12 gennaio 2016.
L’accesso al modulo è consentito previo inserimento credenziali (UserID e Password) in
possesso dei Dirigenti delle Istituzioni scolastiche del Lazio, già più volte trasmesse da questo Ufficio.
Si precisa che il modulo è accessibile da qualunque dispositivo collegato ad internet e quindi non saranno prese in considerazione iscrizioni di docenti neoassunti che perverranno in modalità diversa dalla procedura su indicata oppure che verranno inoltrate dopo la chiusura del modulo online per qualunque motivo e a qualunque titolo (malfunzionamenti, mancanza di collegamento, computer non funzionanti, ecc.).

Iscrizione dei docenti all’ambiente di formazione online INDIRE - Neoassunti 2016/2017

L'ambiente di formazione online Neoassunti 2016/2017 è aperto a partire dal 5 Dicembre 2017. I docenti in anno di formazione e prova si possono iscrivere autonomamente accendendo alla funzione Iscriviti (docente) disponibile dalla home page del sito.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...